Rete civica del Comune di Firenze
%> <% Versione italiano Italiano English Version English
Rete Civica » HOME » Museo di Palazzo Vecchio » Visita il museo » Chappella di Eleonora
Stampa la pagina Twitter Facebook

Chappella di Eleonora

La cappella privata della duchessa Eleonora di Toledo, ricavata dal tamponamento della prima campata dell’ambiente preesistente (1539-1540) e decorata a più riprese da Agnolo Bronzino, tra il 1540 e il 1565, Cappella Eleonora Interocostituisce uno dei massimi capolavori del Manierismo fiorentino. Celebra la dinastia medicea attraverso un complesso programma iconografico incentrato sul tema dell’Eucarestia, ovvero di Cristo morto per la salvezza dell’umanità. Gli affreschi della volta evocano l’Apocalisse. Il confronto tra la pala d’altare con la Deposizione e le tre pareti affrescate, con storie di Mosè che prefigurano il sacrificio di Cristo e il mistero eucaristico, esalta il legame tra il Vecchio e il Nuovo Testamento. I tre dipinti a olio su tavola nella parete di fondo furono cambiati, nel corso del tempo (1545-1564), dallo stesso Bronzino: la presente Deposizione rimpiazzò una prima versione quasi identica, donata da Cosimo al segretario dell’imperatore Carlo V (Besançon, Musée des Beaux-Arts); i due pannelli con l’Annunciazione sostituirono un San Giovanni Battista (Los Angeles, J. Paul Getty Museum) e un San Cosma (frammento in collezione privata).
 
Agnolo di Cosimo detto Bronzino, 1540-1565
L'apocalisse, affresco

soffitto Cppella Eleonora

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

 5Agnolo Bronzino,deposizione

 

 Deposizione di Cristo,olio su tavola
 


città di firenze
Comune di Firenze
Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
50122 FIRENZE
P.IVA 01307110484
Privacy
Note Legali
Accessibilità
Licenza Creative Commons

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006