Rete civica del Comune di Firenze
%> <% Versione italiano Italiano English Version English
Rete Civica » HOME » Museo di Palazzo Vecchio » Visita il museo » Quartiere Leone X
Stampa la pagina Twitter Facebook

Quartiere Leone X

Il quartiere si trova nel nucleo dell’edificio costruito per volontà del duca Cosimo I de’ Medici intorno alla metà del Cinquecento. L’ampliamento fu realizzato da Battista del Tasso che ricavò il nuovo corpo di fabbrica demolendo, e in parte inglobando, gli edifici due-trecenteschi delle antiche sedi del Capitano e dell’Esecutore degli Ordinamenti di Giustizia. Quando il Tasso morì nel 1555, gli subentrò Giorgio Vasari che, secondo un programma iconografico unitario elaborato dall’erudito Cosimo Bartoli, portò avanti contemporaneamente la realizzazione di queste sale e la decorazione di quelle del piano superiore.

Ognuna delle sale del quartiere è dedicata ad un personaggio illustre della famiglia Medici e mostra nelle decorazioni le sue imprese più significative: Cosimo il Vecchio, Lorenzo il Magnifico, il condottiero Giovanni delle Bande Nere, il papa Leone X (che dà il nome al quartiere), il papa Clemente VII e lo stesso Cosimo I.

A ciascuna di queste stanze corrisponde, al piano superiore, una sala di uguali dimensioni del Quartiere degli Elementi dedicata a una divinità pagana, secondo un preciso disegno, volto a paragonare l’ascesa al potere degli “dei terrestri” di casa Medici alle origini della genealogia degli “dei celesti”.
Alcune sale del quartiere sono visitabili solo in occasione di aperture straordinarie in quanto tradizionalmente destinate a ospitare gli uffici del Sindaco di Firenze.


città di firenze
Comune di Firenze
Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
50122 FIRENZE
P.IVA 01307110484
Privacy
Note Legali
Accessibilità
Licenza Creative Commons

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006