Rete civica del Comune di Firenze
%> <% Versione italiano Italiano English Version English
Rete Civica » HOME » Museo di Palazzo Vecchio » Visita il museo » Sala della Cancelleria
Stampa la pagina Twitter Facebook

Sala della Cancelleria

L’ambiente fa parte di un corpo di fabbrica edificato nel 1511, all’epoca del gonfaloniere Piero Soderini, per raccordare il nucleo trecentesco dell’edificio con la Sala del Maggior Consiglio (attuale Salone dei Cinquecento) costruita alla fine del XV secolo. Vi si accede infatti da una delle finestre a bifora della parete est della Sala dei Gigli che prima dell’intervento si affacciava sul Cortile della Dogana. Questo locale in origine aveva finestre su entrambi i lati lunghi e ospitava l’ufficio del Primo Cancelliere della Repubblica, una figura che di fatto affiancava il gonfaloniere nella gestione del palazzo. Nel 1511 ricopriva tale carica l’umanista Marcello Virglio Adriani, la cui memoria sarebbe però stata offuscata da quella del coevo segretario della Seconda Cancelleria, il grande statista e letterato Niccolò Machiavelli, autore di celebri opere, come il Principe, la Mandragola e l’Arte della Guerra. A ricordo della funzione originaria dell’ambiente, nel secolo scorso qui furono pertanto collocate due effigi del Machiavelli, tra cui un busto ricavato da un calco della sua maschera funebre, donato dal collezionista Charles Loeser. All’epoca del duca Cosimo de’ Medici e dei suoi successori questo era uno dei locali della Guardaroba, dove si custodiva il patrimonio mobile del casato regnante.


 


città di firenze
Comune di Firenze
Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
50122 FIRENZE
P.IVA 01307110484
Privacy
Note Legali
Accessibilità
Licenza Creative Commons

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006