Rete civica del Comune di Firenze
%> <% Versione italiano Italiano English Version English
Rete Civica » HOME » Museo di Palazzo Vecchio » Visita il museo » Sala di Cerere e Scrittoio di Calliope
Stampa la pagina Twitter Facebook

Sala di Cerere e Scrittoio di Calliope

L’ambiente principale, dedicato a Cerere, figlia di Saturno e Opi e dea dell’agricoltura, coincide con la sottostante Sala di Cosimo il Vecchio. Come Cerere provvedeva al benessere dell’umanità dispensando i frutti della terra, così Cosimo il Vecchio aveva procurato gloria e prosperità alla città di Firenze.

L’annesso scrittoio in origine ospitava miniature, bronzetti, medaglie e altri oggetti rari e preziosi della collezione del duca Cosimo I, collocati su mensole o dentro armadi e cassette.

1555-1558
Pitture: Giorgio Vasari, Cristofano Gherardi e Marco Marchetti da Faenza, olio su tavola (soffitti) e affresco (fregi)
Vetrata con la Toeletta di Venere: Gualtieri d’Anversa, su disegno di Giorgio Vasari e Marco da Faenza, vetro dipinto (Scrittoio di Calliope)

SALA DI CERERE (SOFFITTO)
Cerere cerca la figlia Proserpina rapita da Plutone, dio degli InferiCerere cerca Proserpina
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 


città di firenze
Comune di Firenze
Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
50122 FIRENZE
P.IVA 01307110484
Privacy
Note Legali
Accessibilità
Licenza Creative Commons

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006