Rete civica del Comune di Firenze
%> <% Versione italiano Italiano English Version English
Rete Civica » HOME » Museo di Palazzo Vecchio » Visita il museo » Sala di Penelope
Stampa la pagina Twitter Facebook

Sala di Penelope

Nell’Odissea il poeta Omero narra che Penelope, durante la lunga assenza del marito Ulisse, re di Itaca, riuscì a evitare un nuovo matrimonio, rinviando la scelta di uno dei pretendenti alla conclusione di una tela che di giorno tesseva e di notte, di nascosto, disfaceva. L’episodio, rappresentato al centro del soffitto, celebra la fedeltà coniugale ed esalta il ruolo della donna che attende alle faccende domestiche mentre il marito è in guerra. Il fregio mostra le avventure di Ulisse durante il viaggio di ritorno dalla guerra di Troia, qui elencate nell’ordine in cui sono narrate da Omero.

1561 – 1562
Pitture: Giorgio Vasari e Giovanni Stradano, olio su tavola
Cornici: Battista Botticelli, legno e stucco dorato

3G. Stradano, Penelope al telaio

 

SOFFITTO
Penelope al telaio tra divinità fluviali


città di firenze
Comune di Firenze
Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
50122 FIRENZE
P.IVA 01307110484
Privacy
Note Legali
Accessibilità
Licenza Creative Commons

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006